fbpx
uno _tozzetti e papaline

Scopri la ricetta e la storia dei Tozzetti e delle Papaline di Viterbo (con Video)

Posted on:

Ciao Noccionauti Golosi,  

vi voglio raccontare la storia e le ricette dei due dolci tipici Viterbesi legati alla Nocciola.

Parliamo della  Nocciola dei Monti Cimini nella Tuscia che  è rappresentata dalla varietà Tonda Gentile Romana e ha il riconoscimento come Nocciola Romana DOP.

L’ unica DOP italiana , vi ricordo per chi non lo sapesse che l’ Italia  ha il primato di avere 3 nocciole a marchio europeo  :
Nocciola Piemonte IGP , Nocciola di Giffoni IGP e la Nocciola Romana DOP.

Partendo dal Medioevo inizio con  la storia delle Papaline di Viterbo , un dolce creato per il Papa , perchè Viterbo è stata una città papale.
Sono state create in risposta alle papaline di Avignone ( altra città papale)  che era un ciocccatino dedicato al Papa ovvero una pralina ripiena tipo “graffione” di cioccolato di colore rosa  con all’ interno un  liquore centerbe.  

I Viterbesi allora  crearono e dedicarono al Papa ,  le ” Papaline di Viterbo” .

Cosa sono?

Sono dei dolcetti secchi composti da due parti che ricordano due papaline ( il copricapo del Papa) sono composta da meringa con farina di castagne dei Monti Cimini, ripiene di composta di ciliege di Celleno e granella di nocciola tonda Gentile di Caprarola.

Ecco a voi la ricetta piu o meno  per un chilo di impasto:

-60% di massa secca composta da farina di castagne zucchero a velo e albume, 40% di meringa italiana.
-Aggiungere la meringa italiana in tre volte alla massa secca.
-Dressare su teglia con carta forno, lasciare asciugare per 30 minuto e poi infornare a 140 gradi per 12/15 minuti.
-Assemblare la papalina con  crema di nocciole bianca, confettura di ciliegie e granella di nocciole, panare i bordi con farina di nocciole.

Ora vi racconto dei  tozzetti che sono anche loro  dei dolci secchi tradizionali a forma di rombo.
Si differenziano da molti altri biscotti con la stessa forma, perché al loro interno sono presenti le nocciole  dei  monti cimini “La Tonda gentile romana”.  

Da sempre  preparati dalle famiglie locali, ma negli ultimi anni molte pasticcerie hanno incominciato a produrli e a venderli. A Caprorola VT si svolge un camponato dei tozzetti come vi racconto nel video .
Non mancano mai sulle tavole di rinfreschi e nelle feste, ormai sono  diffusi in tutta Italia

La nascita del tozzetto sembra risalga agli anni ’50 quando si iniziò a coltivare ed implementare  la produzoine di nocciole e degli impianti di noccioleti nel viterbese .
La storia ci racconta che si cuocevano nei forni dei  panifici  come ci racconta Monia Achille ( vedi video)  che all’occasione diventano dei forni comuni per la cottura di questo dolce tipico ,storico , tradizionale .

Ricetta  dei Tozzetti :

-500 g di zucchero semolato ,

-400 g di nocciole viterbesi  Tonda gentile romana tostata leggermente ,

-800 g circa di farina italiana “00”,

-la buccia grattugiata di un limone italiano Bio ,

-125 g di margarina ammorbidita ,

-5 uova fresche italiane,

-1 bustina di lievito per dolci ,1 bicchierino di Mistrà.

Procendimento :
-Amalgamare farina e uova e poi aggiungere tutti gli altri ingredienti.
-Continuare ad impastare con le mani  aggiungendo man mano farina fino a che l’ impasto non sia ben fermo.
-Fomare filoncini larghi 4 cm  e metterli in forno  su una teglia con carta forno.
-Cottura 20 min a 180°.
Farli raffreddare tagliarli in senso obliquo di circa 2 cm e rimetterli in forno per finire la cottura  160°per 10 minuti.
-Mangiarli freddi accompagnati da un buon vino dolce o  bianco secco. 

Qui il video  con tutti i  consigli di  Irma Brizi  e le ricette  di Monia Achille, de ISANTI  di Corchiano .

Per approfondire la tua cultura sulla nocciola e avere oltre 50 ricette a disposizione vi consiglio il mio libro ” Enclopedia della Nocciola ” scopri come averlo direttamente a casa tua clicca qui 
se vuoi formarti nel mondo nocciola scopri la didattica clicca qui 

  • Per restare sempre aggiornato su news e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili  facebook  e Instagram 
  • Se ti è piaciuto l’ articolo lascia un commento  e se vuoi condividi
  •  Buona nocciola  italiana   a tutti!  #vivinocciolaexperience #nocciolaitalianashop

     

  • Irma Brizi
    Assaggiatore esperto di nocciola
    e di trasformazione del prodotto.

 

 

 

Share:

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X
Apri la Chat
Chatta con Noi
Ciao, Posso Aiutarti :) ?